La Poulse di Cugnes, Centro ecumenico di accoglienza e spiritualit´┐Ż La Poulse di Cugnes, Centro ecumenico di accoglienza e spiritualit´┐Ż
Torna all'elenco
I Dintorni
showreel_area_archeologica_zuglio

Area Archeologica Foro romano di Zuglio

Zuglio
tel 0433-92562

A Zuglio, l'antica Iulium Carnicum, i resti del Foro testimoniano l'importanza che questo piccolo comune della Carnia rivestì in passato, quando fu una fiorente città romana, la più settentrionale d'Italia situata nei pressi della cosiddetta Via Iulia Augusta che collegava Aquileia con il Norico.
Il Foro si estendeva nella zona pianeggiante compresa tra il torrente But e il rilievo collinare opposto ad ovest ed era chiuso sul lato meridionale dall'edificio della basilica civile, dominato invece sul lato settentrionale da un tempio. Tra il 1807 e il 1808 fu esplorata quasi per intero la basilica civile, dove si rinvennero numerosi elementi in bronzo. L'intero complesso fu portato alla luce tra il 1937 e il 1938 in occasione del Bimillenario augusteo. In questi ultimi anni è oggetto di indagine da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Friuli Venezia Giulia, che ha anche avviato un progetto di risistemazione dell'intera area. Tali interventi hanno fornito importanti dati sia sulle fasi di età imperiale del Foro, sia sulle diverse forme di frequentazione della zona nel periodo repubblicano e tardoantico-altomedievale.

A breve distanza dal Foro, sono in in corso i lavori di recupero e valorizzazione di un'importante casa romana scoperta nel 2001 e destinata a diventare la nuova area archeologica del Comune. 
Gli interventi si inseriscono in un ampio piano di valorizzazione della città promosso dal Comune in collaborazione con la Soprintendenza e mirato a riportare alla luce altri importanti edifici antichi scavati negli anni '40 del secolo scorso e poi reinterrati.

La visita al Museo situato al centro del Comune si rende indispensabile per ricostruire la storia del territorio carnico ed in modo particolare di Zuglio.

Il Foro è visibile dall'esterno della recinzione. Apertura su prenotazione per gruppi e scolaresche contattando il Museo (tel. 0433/92562) con un preavviso di almeno 7 gg.

Aiuta la Fondazione "LA POLSE DI COUGNES"